IRCCS SDN Istituto di Ricerca

NOME ISTITUTO

IRCCS SDN Istituto di Ricerca

INDIRIZZO

Via F. Crispi, 8 - Via E. Gianturco, 113 - Napoli

ANNO DI FONDAZIONE

1976

AMBITO

Diagnostica per Immagini e di Laboratorio integrata

TELEFONO

+ 39 081 24 08 111

DIRETTORE SCIENTIFICO

Prof. Marco Salvatore

L’Istituto SDN è una struttura polispecialistica che opera da oltre 40 anni nell’ambito della diagnostica di laboratorio e per immagini, accreditata a livello nazionale per l’erogazione di prestazioni sanitarie di: Laboratorio, Elettrofisiologia, Diagnostica per Immagini e Medicina Nucleare. L’obiettivo primario dell’IRCCS SDN è soddisfare l’intero iter diagnostico dell’utente mettendo a disposizione un ambiente tecnologicamente avanzato (equipaggiato ad esempio con RM ad alto campo, PET-RM, HD-EEG, fMRI/HD-EEG), costantemente integrato ed aggiornato.

Accanto all’attività clinico-assistenziale, con la possibilità di effettuare anche studi avanzati (RM funzionale e trattografia) volti al corretto planning neurochirugico con risparmio funzionale, SDN svolge attività di ricerca e divulgazione scientifica nella diagnostica in vivo e in vitro, focalizzata su applicazione ed integrazione delle metodologie diagnostiche in fase preclinica e clinica in patologie neurologiche, psichiatriche e di interesse neurochirurgico.

Tale attività è stata riconosciuta dal Ministero della Salute con decreto dell’11 gennaio 2007 che, nel 2014 prima e nel 2016 poi, ha riconfermato all’Istituto SDN la qualifica di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) per la disciplina di “Diagnostica per Immagini e di Laboratorio integrata” anche in ambito neurologico.

In particolare, l’IRCCS SDN, grazie anche alle numerose convenzioni/collaborazioni con numerosi presidi neurologici, universitari e non, presenti sul territorio, è costantemente impegnato nell’ambito della ricerca diagnostica delle demenze e della malattia di Alzheimer, in cui l’utilizzo della FDG-PET e della PET cerebrale con tracciante per la beta amiloide e simultanea acquisizione di sequenze avanzate di Risonanza Magnetica ha consentito di ridurre i tempi di acquisizione e le dosi di radiazioni erogate al Paziente, migliorandone la collaborazione. L’IRCCS SDN è inoltre impegnato nello studio di altre malattie neurodegenerative come il Parkinson, la Sclerosi Multipla e la Sclerosi Laterale Amiotrofica, nel tentativo di chiarirne i meccanismi patologici e di identificare marcatori precoci di diagnosi/prognosi. L’Istituto è inoltre risultato vincitore di un progetto per lo studio dei pazienti con disordine dello stato di coscienza, il cui scopo ultimo è quello di migliorare la diagnosi clinica ed identificare tramite la PET/RM eventuali indici di recupero funzionale dai diversi stati comatosi.

L’Istituto SDN è costantemente impegnato ad accrescere la qualità delle proprie procedure e, per questo, si sottopone volontariamente a controlli esterni dei propri standard da parte di organismi nazionali (certificazione ISO 9001) e internazionali (Joint Commission International, European Union of Medical Specialists (UEMS) e European Board of Nuclear Medicine (EBNM)).

A supporto dell’attività di ricerca operano core facilities a contenuto altamente innovativo, in parte aperte anche all’utenza esterna:

• Centro Elaborazione Immagini NAPLAB – NeuroAnatomy and image Processing LABoratory, per lo studio della connettomica (analisi di come le diverse aree del cervello interagiscono tra loro), radiomica (identificazione di parametri quantitativi complessi dalle immagini diagnostiche) ed estrazione di nuovi marcatori diagnostici, prognostici e di risposta al trattamento nell’ambito delle patologie neurodegenerative;

• Laboratorio di Statistica e Bioinformatica;

• Radiofarmacia per la sintesi di nuovi radiotraccianti PET a bersaglio molecolare;

• Laboratorio di Nanotecnologie per lo sviluppo di nuovi mezzi di contrasto con ridotta tossicità e più alta specificità per la patologia di interesse;

• Laboratorio di Imaging preclinico avanzato per l’identificazione, validazione e traslazione di nuovi biomarcatori di patologia nonchè per la valutazione di biodistribuzione ed efficacia di nuovi trattamenti farmacologici;

• Biobanca per la conservazione di campioni biologici, tra cui tessuti, siero, plasma, cellule mononucleate, urine e feci da analizzare e correlare con la storia clinica e la diagnostica per immagini effettuata presso l’Istituto. Tale struttura è inclusa inoltre nel nodo BBMRI (Biobanking and BioMolecular Resources Research Infrastructure) per la costituzione di un Expert Centre, ATMA-CE, un hub tecnologico focalizzato sulla radiomica e la validazione di imaging biomarkers.

Nell’attuare i programmi di ricerca sperimentale e clinica, l’Istituto SDN da molti anni ha sviluppato con Università, IRCCS, Istituzioni ed Enti, pubblici e privati, nazionali e internazionali, accordi di collaborazione scientifica nell’ambito della diagnostica neurologica, con cui vengono scambiati ricercatori e portati avanti studi su patologie neurodegenerative di comune interesse.

È componente, inoltre, di reti infrastrutturali, quali: HBP Italy – Human Brain Project Italia, ADNI – Alzheimer’s Disease Neuroimaging Initiative, EIBIR – European Institute for Biomedical Imaging Research, EuroBioImaging – progetto di infrastrutture di ricerca pan-europea su ampia scala del ESFRI (European Strategy Forum on Research Infrastructure), KIC INNOSTAR, Knowledge and Innovation Community nodo italiano per “Healthy living and active aging”, EATRIS – European Advanced Translational Research Infrastructure in Medicine, BBMRI – Biobanking and BioMolecular Resources Research Infrastructure, infrastruttura di ricerca a cui partecipano biobanche e centri di risorse biologiche – Expert Center europeo (ATMA) e Reti promosse dal Ministero della Salute.