Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo

NOME ISTITUTO

Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo

INDIRIZZO

Viale Camillo Golgi 19, 27100 Pavia

ANNO DI FONDAZIONE

1449

AMBITO

Cura e ricerca nel campo della trapiantologia, della medicina rigenerativa e delle malattie ad alta complessità

TELEFONO

+ 39 0382.5011 (centralino)

DIRETTORE SCIENTIFICO

Giampaolo Merlini

REFERENTE RETE

Dott. Daniele Bongetta

Il Policlinico San Matteo è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico dal 1982. Ha le sue radici nella gloriosa tradizione medica dell’ateneo pavese, che include il premio Nobel per la Medicina Camillo Golgi.

Il San Matteo si distingue in campo nazionale e internazionale per una spiccata integrazione fra la qualificata attività di assistenza e l’impegno nel campo della ricerca scientifica, finalizzata alla comprensione dei meccanismi molecolari delle malattie, alle nuove tecnologie diagnostiche e allo sviluppo di cure e interventi ad alto livello di innovazione.

La missione di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico si realizza nella cura e ricerca nel campo della trapiantologia, della medicina rigenerativa e delle malattie ad alta complessità.

Con oltre 3.000 dipendenti e un bilancio di esercizio di poco oltre 400 milioni di euro, registra ogni anno circa 37.000 ricoveri (il 15% dei quali di pazienti fuori regione); 100.000 accessi in pronto soccorso, con 440.000 prestazioni erogate; 2.150.000 prestazioni ambulatoriali.

Ricchissima la sua produzione scientifica e significativo il contributo dato allo sviluppo delle conoscenze mediche e sanitarie nel nostro Paese, tale da collocarlo tra i primi tre IRCCS italiani. Quasi 200 i progetti di ricerca corrente attivi (quasi la metà dei quali afferenti alla trapiantologia) e 700 circa le pubblicazioni.

Il Policlinico San Matteo è da sempre attestato sulla frontiera dell’innovazione tecnologica, mediante lo sviluppo di tecniche chirurgiche mini-invasive e robotizzate e con l’acquisizione di tecnologia sanitaria all’avanguardia e di ultima generazione.

Nell’ambito delle neuroscienze vanta la presenza sin dai primi anni ’70 di un reparto di Neurochirurgia votato al trattamento delle patologie oncologiche, malformative e cerebrovascolari sia cerebrali sia spinali. E’ inoltre sede di un D.E.A. di II livello e di una Stroke Unit di II livello, garantendo quindi la gestione completa di tutte le urgenze traumatiche e cerebrovascolari con assistenza 24/7 mediante équipe neurochirurgica e neuroradiologica intreventistica dedicate.